Certificato di destinazione urbanistica

Descrizione dell'istanza
Cos'è: 

Certificato di destinazione urbanistica

Il certificato di destinazione urbanistica contiene tutte le prescrizioni urbanistiche relative ad un'area o un immobile (Piano di Governo del Territorio - PGT, Piani attuativi in vigore, vincoli esistenti, ecc.).

Il certificato di destinazione urbanistica è richiesto per stipulare contratti, atti di compravendita, atti di successione, oppure per conoscere la destinazione di una determinata area secondo lo strumento urbanistico del Comune.

Gli atti, sia in forma pubblica sia in forma privata, per trasferire, costituire o sciogliere la comunione di diritti reali sui terreni sono nulli e non possono essere stipulati e trascritti nei pubblici registri immobiliari, se non è allegato il certificato di destinazione urbanistica con le prescrizioni urbanistiche dell'area interessata. Queste disposizioni non si applicano quando i terreni sono pertinenze di edifici censiti nel nuovo catasto edilizio urbano e la loro superficie complessiva è inferiore a 5.000 metri quadrati (articolo 30, comma 2 del Decreto del Presidente della Repubblica 06/06/2001, n. 380).

Documentazione richiesta per la presentazione dell'istanza
Ulteriori allegati (solo nei casi previsti): 
Informazioni sull'istanza
Dove si presenta: 
Allo sportello dell'ufficio
Allo sportello telematico
Pagamenti: 

Il certificato di destinazione urbanistica non può essere presentato agli organi della Pubblica Amministrazione (articolo 40 del Decreto del Presidente della Repubblica 28/12/2000, n. 445) ed è possibile sostituirlo con una dichiarazione resa ai sensi dell'articolo 46 e dell'articolo 47 del Decreto del Presidente della Repubblica 28/12/2000, n. 445. Di conseguenza, qualora si richieda il rilascio del certificato, esso è sempre soggetto al pagamento dell’imposta di bollo da 16 €.

Iter del procedimento: 

Il certificato di destinazione urbanistica è rilasciato entro trenta giorni dalla presentazione della domanda come previsto dell’articolo 30, comma 3 del Decreto del Presidente della Repubblica 06/06/2001, n. 380. Ha validità per un anno dalla data di rilascio se, per dichiarazione dell'alienante o di uno dei condividenti, non ci siano modifiche degli strumenti urbanistici.

In caso di mancato rilascio nel termine previsto, il certificato può essere sostituito da una dichiarazione dell’alienante o di uno dei condividenti attestante l’avvenuta presentazione della domanda, nonché la destinazione urbanistica dei terreni secondo gli strumenti urbanistici vigenti o adottati (articolo 30, comma 4 del Decreto del Presidente della Repubblica 06/06/2001, n. 380).

 

Normativa di riferimento

.:: Copyright© GLOBO srl - C.F. e Partita IVA 02598580161 - All rights reserved ::.

Lo Sportello telematico unificato  |  Diritti e Privacy  |  Credits