Contributo per edifici di culto ed attrezzature per servizi religiosi

A partire dalla giornata di venerdì 13 novembre 2020 lo sportello telematico potrebbe non essere disponibile a causa di alcuni lavori di aggiornamento. Nella giornata di lunedì 16 novembre il servizio tornerà regolarmente attivo.

 

ATTENZIONE: tutte le pratiche lasciate in bozza sullo sportello telematico dovranno essere concluse entro le ore 24:00 di giovedì 12 novembre 2020 , altrimenti saranno eliminate.

 

Sperando che potrete apprezzare le modifiche che apporteremo, vi ringraziamo per la pazienza.

Descrizione dell'istanza
Cos'è: 

Contributo per edifici di culto ed attrezzature per servizi religiosi

Le confessioni religiose possono richiedere un contributo pubblico a fondo perduto per interventi edilizi mirati alla realizzazione o al recupero di edifici di culto e/o attrezzature per servizi religiosi. Il finanziamento è previsto dalla Legge regionale 11/03/2005, n. 12, art. 73, che prevede che i Comuni costituiscano un fondo destinandovi almeno l'8% delle somme riscosse per oneri di urbanizzazione secondaria. Il fondo è integrato con una quota non inferiore all'8% del valore delle opere di urbanizzazione realizzate a scomputo degli oneri di urbanizzazione secondaria, del valore delle aree cedute per realizzare opere di urbanizzazione secondaria, e di ogni altro provento destinato per legge alla realizzazione delle medesime opere.

Documentazione richiesta per la presentazione dell'istanza
Allegati obbligatori: 
Ulteriori allegati (solo nei casi previsti): 
Informazioni sull'istanza
Dove si presenta: 
Allo sportello dell'ufficio
Allo sportello telematico
Iter del procedimento: 

Entro il 30 giugno di ogni anno gli enti delle confessioni religiose possono fare domanda di accedere al finanziamento.

Una volta ricevuta la domanda il Comune verifica che gli interventi proposti rientrino tra quelli previsti dalla Legge regionale 11/03/2005, n. 12, art. 71.

Entro il successivo 30 novembre ripartisce i contributi tra gli enti che ne hanno fatto richiesta, tenuto conto della consistenza e dell’incidenza delle rispettive confessioni religiose, finanziando in tutto o in parte i programmi presentati.

I contributi sono corrisposti entro 30 giorni dall'esecutività della deliberazione di approvazione del bilancio annuale di previsione, sono utilizzati entro tre anni dalla loro assegnazione e la relativa spesa documentata con relazione che gli enti assegnatari trasmettono al comune entro sei mesi dalla conclusione dei lavori.

.:: Copyright© GLOBO srl - C.F. e Partita IVA 02598580161 - All rights reserved ::.

Lo Sportello telematico unificato  |  Diritti e Privacy  |  Credits